Marketing Editoriale: Come pubblicizzare il tuo libro
09 Giu 2016

Marketing Editoriale: Come pubblicizzare il tuo libro

Quante ore hai impiegato per scrivere quel libro che ancora nessuno conosce? Quanto c’è di te in ogni segno di punteggiatura e in ogni pagina che hai tante e tante volte controllato prima di dare per definitivo il tuo capolavoro? Bene, se non sai come farti conoscere e come pubblicizzare il tuo libro, hai perso tempo. O meglio, hai scritto solo per te.

Mi è capitato proprio ieri, di leggere un interessante contributo sui “Fondamenti di Marketing Editoriale” poichè una mia cara amica, scrittrice e mia Cliente di eccezione, sempre molto attiva sul web e nei vari blog del settore, mi ha consigliato la discussione. A tal proposito, già che ci sono vi invito a leggere qualcosa di suo su Webnauta, lei si chiama Barbara!
Se poi siete sopravvissuti ai troppi link sopra, ed avete voglia di scoprire il mio punto di vista sul Marketing Editoriale, direi che possiamo proprio iniziare 🙂

Partiamo da un presupposto fondamentale, io amo leggere, tanto quanto amo il mio lavoro, che ha a che fare con la comunicazione, con il marketing e la pubblicità sia editoriale che web. Però una critica di cuore dovete permettermela cari scrittori in erba: VOI NON SAPETE FARVI CONOSCERE.
E’ una provocazione, certo, ma vi assicuro fondata.

Siete degli artisti, date inchiostro (..o pixel negli ultimi anni!) alla fantasia vostra ed a quella di chi legge i vostri capolavori, ma perchè vi ostinate a voler solo scrivere? E’ un po’ come se io decidessi che il mio lavoro si ferma nello studio di UP360 punto. Da dove dovrebbero arrivare nuovi Clienti? Dal passaparola, continuate a rispondere per nascondervi dietro un dito. Si.. il passaparola è fondamentale in tutti i settori, ma vi do una brutta notizia: NON BASTA.

I mercati sono conversazioni, oggi possiamo e dobbiamo comunicare direttamente con il nostro mercato. Che abbiate alle spalle una casa editrice, o meno, il lavoro di pubblicizzazione dei vostri scritti e di voi come autori, spetta a voi stessi tanto quanto a chi sceglie di sostenere la vostra pubblicazione.
Ho scritto un contributo tempo fa: “Il successo? Questione di strategia“, dove spiegavo come alla base di idee che non decollano, ci sia solamente un problema di strategia. In effetti è sempre quello che manca, quando non riusciamo a far conoscere il nostro progetto, il nostro Business.

NON HO TEMPO

clessidraLo so, sei già arrivato alla conclusione: “Se devo pensare a farmi pubblicità non ho tempo per scrivere, e se non scrivo, cosa me ne faccio della pubblicità?” o anche: “Ma il tempo che spendo a pubblicizzarmi chi me lo paga? Già le vendite mi portano una miseria che non mi ricompensa nemmeno del tempo speso a scrivere!
In realtà, questo ragionamento non è del tutto sbagliato per carità, alcuni di voi hanno già un lavoro e scrivono per passione, togliendo spazio a volte alla famiglia, agli amici, al relax. Ma tu ami scrivere, o no?

Nei sogni che un po’ tutti lasciamo in fondo al cassetto, c’è quello di fare della scrittura il tuo futuro?! E allora non tarparti le ali.. devi impiegare ogni risorsa per emergere!
Credo che il regalo più grande che possiamo fare a noi stessi, sia seguire le nostre aspirazioni. Forse anche per questo, tempo fa, ho creato il progetto “Idea Business“, perchè vivere insoddisfatti di quello che si fa non è vivere bene, e ognuno di noi ha il diritto di dare una possibilità al proprio talento.

SI HO CAPITO.. MA COSA DEVO FARE PER FARMI CONOSCERE?

orrori-grammaticaliSe sei d’accordo almeno un po’ con il mio pensiero, ora è il caso di stringere il cerchio, e vedere quali e quanti strumenti hai a disposizione per farti conoscere.
Voglio partire in primis da una considerazione che mi sta molto a cuore: SCRIVERE NON E’ PER TUTTI. Sono incappata in letture sul web che mi hanno fatto rabbrividire, e anche molte Newsletter di presunti Professionisti che ricevo e per forza di cose leggo, non si salvano da questo discorso. Capisco che chiunque possa aprire un blog oggi, chiunque possa mettere in vendita anche 500 pagine di aria fritta mascherate da autorevole romanzo, o gestire in autonomia la propria presenza sui Social Network, ma diamine, “l’itagliano se non lo sai, sallo!”
Basta con questi orrori ortografici giustificati come refuso, perchè in realtà diciamoci la verità, non sono refusi, è non conoscenza della lingua italiana, punto. Può capitare che sfugga un apostrofo a volte, succede spesso a seguito di ripetute revisioni del testo, ma fidatevi che se ad esempio in una Newsletter di apostrofi ne mancano più di uno o ce ne sono troppi di troppo… il conto è presto fatto!

Prima analisi da fare quindi:

RIFLETTERE SULLA QUALITA’ DEL PROPRIO CONTRIBUTO

Perchè scrivi, caro autore? Sicuramente perchè ami scrivere, ti rende felice, ti aiuta a mettere su carta quello che hai dentro e ti permette di viaggiare restando seduto davanti alla tua macchina da scrivere (..un tempo!) o al tuo PC, o perchè no, ad un fedele taccuino dove fermare gli spunti nei giorni più frenetici.
Fosse solo questo però, potresti scrivere a prescindere che siano poi anche altri a leggere i tuoi capolavori. Tu invece, aspiri a fare del tuo talento un mestiere, a vivere di ciò che ami fare.. o no? Viene da se, che riflettere sulla qualità dei tuoi scritti ti aiuterà a capire se del talento c’è davvero, o se il tuo resterà solo un sogno nel cassetto che ti porterai magari dietro per una prossima vita.
Avere fantasia non vuol dire saper scrivere, ed allo stesso modo saper scrivere non presuppone l’avere fantasia.

DISEGNARE LA PROPRIA STRATEGIAarrows-1229845_1280

 

Assodato che del talento ci sia, dobbiamo ora pensare a farci conoscere. Come ogni Professionista che si rispetti, hai bisogno quindi di presentarti al mondo per poter poi comunicare con il tuo mercato, i lettori. Ricordi? I mercati sono conversazioni, e restare nascosto nel tuo piccolo non ti aiuterà.
Detto questo, devi fare i conti con le tue capacità (..che non c’entrano con la scrittura!) e con il tuo portafogli. Insomma, puoi gestire da solo la tua presenza sul web o hai bisogno di delegare?

Ti dico la verità, delegare ha un costo che non tutti possono permettersi, soprattutto se per te la scrittura non è una priorità o già un mestiere. Dobbiamo quindi capire cosa potresti fare da solo, con le tue forze. Attenzione però, oltre a qualche capacità con gli strumenti del web, hai bisogno anche di TEMPO, METODO e COSTANZA. Ma del resto, spero tu non sia uno di quelli che vuole la botte piena e la moglie ubriaca, perchè in quel caso allora lascia stare, pensa a scrivere e appena il tuo libro sarà pronto per essere pubblicato, l’unica speranza che hai è trovare una casa editrice affermata, che saprà come pubblicizzarti.
Non succederà però, te lo dico, a meno che tu non sia un talento stratosferico o uno stratosferico raccomandato. Ho visto amici dover pagare loro, per esser pubblicati da semi-sconosciute case editrici, ed altri accontentarsi di un 7-10% solo per uscire con una pubblicazione che è poi finita nel dimenticatoio.

SEI UN AUTORE E CREDI IN TE? PRESENTATI AL MONDO

pcNon puoi non avere un SITO WEB dove presentarti ai tuoi lettori o potenziali tali. Moltissime persone sono quotidianamente on-line, da pc e sempre più da dispositivo mobile. Le abitudini stanno cambiando, tempo fa non avremmo mai immaginato di acquistare su internet persino la spesa! Eppure, ormai utilizziamo le tante offerte della rete, con più fiducia e dimestichezza che mai.

Nel momento in cui decidi di investire risorse quindi, e creare un sito web personale, devi scegliere un Professionista che ti sappia consigliare, ma soprattutto che operi secondo le best practices che il mondo digitale ci impone. Altrimenti, avrai finalmente anche tu un sito internet, ma la tanto desiderata presenza sul web deluderà le tue attese.

Un buon sito web, si valuta in funzione dell’usabilità ed accessibilità, e non deve essere solo bello da vedersi, ma essere forte di un codice che permetta una buona indicizzazione, portabilità, leggerezza, facilità di aggiornamento. Inoltre, se non siamo in grado di verificarne la conversione, con numeri e statistiche alla mano, come possiamo valutare se la nostra strategia è corretta e dove e come potremmo invece migliorarla? Ricorda, SOLO CIO’ CHE E’ MISURABILE, E’ MIGLIORABILE.

Se hai un po’ di dimestichezza con WordPress ad ogni modo, potresti riuscire a creare uno spazio in rete tutto tuo anche da solo, con uno dei tanti template gratuiti che si trovano on-line. Non sarà la stessa cosa che affidarsi ad un Professionista, ma sicuramente sarà un primo passo per uscire dall’anonimato. Se ti va, trovi già pronta una mia ricetta, perchè “Il tuo sito web, ha bisogno di un buon ragù!” e ci sono elementi che non puoi trascurare.

LASCIA IL SEGNO! TU NON SEI COME TUTTI GLI ALTRI

Se sei riuscito in un modo o nell’altro a realizzare il tuo sito web per pubblicizzarti come autore e pubblicizzare il tuo libro, ora viene il bello: Devi dimostrare il tuo valore, il quid per cui dovrebbero scegliere proprio te, e non un altro dei tantissimi scrittori che lanciano in rete i propri scritti.

Il tuo sito deve fungere da base per tutta la strategia che andrai a mettere in atto. Chi arriva “a casa tua” potrà conoscere da vicino te, la tua passione, il tuo modo di scrivere, e dovrà apprezzare fin da subito quel qualcosa che ti distingue dagli altri. Potrai creare delle rubriche, un appuntamento fisso che riporterà con piacere i lettori a casa tua, oppure pubblicare a cadenza degli estratti che mantengano viva la curiosità sulle tue uscite letterarie. E’ necessario insomma, creare un rapporto vivo e partecipato con chi apprezza il tuo lavoro!

Sarà anche importante ospitare guest post di altri scrittori che come te si stanno impegnando per farsi conoscere, ed allo stesso modo, dovrai essere presente tu sui loro siti con tuoi contributi, e con la partecipazione a discussioni eauthorbiobox condivisioni su argomenti del tuo settore. A tal proposito, assicurati che la tua FIRMA sia sempre comprensibile, riconoscibile, e rimandi al tuo sito ed al tuo curriculum di scrittore, in modo che ogni intervento sia un semino che può suscitare curiosità in chi non ti conosce ancora.

Un altro passaggio fondamentale che dovrai mettere in atto, sempre attraverso il tuo sito web, è la gestione di una NEWSLETTER che ti permetta di raggiungere i tuoi lettori, comunicando nuove uscite sul tuo blog, anticipazioni inerenti ai tuoi scritti, o qualsiasi altra attività che ti potrà tenere in contatto con chi ti segue, fidelizzando il rapporto e creando così un tassello importante della tua promozione.
Se può interessarti, ho scritto tempo fa un contributo su un Plugin che ritengo molto valido. E’ gratuito, e potrebbe fare al tuo caso: MailPoet.

PUOI FARE A MENO DEI SOCIAL NETWORK?

Social-Media-Icons

Lo so, ti ho detto di fare già un’infinità di cose e forse non sei nemmeno arrivato a leggere fin qua. Però ti assicuro che una buona strategia, una volta messa in atto, da i suoi risultati nel medio-lungo termine. Magari andrà rivista e valutata in base alla risposta del tuo pubblico, ma quando una casa ha delle buone fondamenta, si fa presto poi a cambiare solo l’arredo!
Non ti servirà tantissimo tempo per strutturare il tutto, e non ti ruberà tantissimo spazio alla scrittura. L’importanza dei Social Network però è risaputa, perchè oggi contano on-line il 70% della popolazione mondiale. Già questo, dovrebbe essere abbastanza per capire che in una studiata strategia di marketing, oggi non possiamo fare a meno dei Social Network.

Ma allora che si fa? Mi iscrivo su Facebook, Twitter, Google+, Instagram, Pinterest, LinkedIn, Flickr… e la lista potrebbe continuare ancora a lungo, oppure SCELGO e concentro le mie energie sulle piattaforme più vicine al mio target ed ai miei obiettivi?
L’offerta di piattaforme social è ampia, ma ognuno di questi strumenti nasce con una propria mission, che è poi ben chiara nella rispettiva pagina di iscrizione, quando andiamo a creare il nostro account.
Oltre che considerare la mission del singolo Social Network, dobbiamo poi individuare il nostro target e capire se è presente ed attivo su quella piattaforma.

Compreso se un social fa al caso nostro, è tempo di andare UP! Mi iscrivo, e personalizzo la mia presenza on-line sulla piattaforma per trasmettere fin dalla prima visita chi sono, cosa offro e qual è il mio valore.

Come in più occasioni ribadisco però, la presenza fine a se stessa non converte, ed è quindi il caso di sviluppare un CALENDARIO EDITORIALE dove gestire ciò che sarà pubblicato sui canali Social (..e quando!). Prova sempre a metterti nei panni del tuo utente tipo: cosa sta ricevendo dalla tua presenza su uno o l’altro Social Network?

Definiti i contenuti, sei pronto ad entrare davvero in contatto con il tuo pubblico? I Social sono il tuo ufficio a porte aperte, e dovrai saper gestire non solo i tuoi post, ma anche il rapporto con ogni tipologia di utente che può contattarti direttamente, ma anche intervenire in una discussione pubblica sulla tua Facebook FanPage ad esempio, o via Tweet, o con un commento ad un tuo post. Potrebbero essere già tuoi lettori, e potresti trovarti a gestire un post-vendita, un disservizio, una lamentela sulla spedizione ad esempio. Oppure potrebbero essere dei potenziali lettori, da saper quindi indirizzare al tuo sito web, se è lì che vuoi canalizzare il contatto.

Ti ho spaventato? 🙂
In realtà non volevo, ma ci sono tanti aspetti da considerare quando si decide di approcciarsi ai Social, e spesso molte Aziende come anche tanti Professionisti, lo fanno con leggerezza e sottovalutando che in questo modo non migliorano la propria presenza on-line, anzi, remano contro se stessi!

Un aspetto che potrebbe interessarti tanto ad esempio, sono le Community, dove poter incontrare persone accomunate dal tuo stesso interesse per la scrittura e possibili nuovi lettori, o anche condividere i contributi che a cadenza pubblicherai sul tuo sito web. Anche in questo caso, improvvisarsi non è un bene, perchè se esiste la figura del Community Manager, un motivo c’è.

BASTA COSI’?

AIDAPurtroppo no, questo è solo il minimo indispensabile. Potrei continuare parlandoti del modo in cui dovresti attirare l’attenzione del tuo lettore, quindi citare la Formula AIDA di cui ho parlato in un mio contributo on-line precedente. Oppure dirti che intorno alla pubblicità che si fa per l’uscita di un libro ci sono mille altre cose da pensare, ad esempio studiare la copertina, immaginare un trailer, creare un contest di lancio al libro, e molto altro.
Non voglio farti passare la voglia di scrivere, giuro! Però è importante, se vuoi davvero far carriera nel mondo editoriale, non prendere con leggerezza tanti aspetti che oggi non possono essere trascurati.

IN CONCLUSIONE

Se vuoi farti conoscere come autore, pubblicizzare il tuo libro e non restare anonimo tra anonimi di cui è piena la rete, hai bisogno di lavorare con strategia e porre le basi per il futuro del tuo business. Non è semplice e nemmeno gratis, perchè per poco che potrà costarti fare tutto da te, dovrai comunque mettere in gioco il tuo tempo ed avere la costanza di seguire con metodo l’ambaradan che in questo momento stai pensando complicatissimo, ma che ti assicuro così non è.
Diversamente, puoi continuare a scrivere come fai, e ad accontentarti dei risultati che hai già potuto ottenere. Ricorda però, se continui a dire al tuo cervello che una cosa non puoi farla o non sai farla, lui si convincerà di questo, e non riuscirai davvero a farla. Cerca invece di dare fiducia ai tuoi sogni, di non ostacolare il tuo talento, e sono sicura che un giorno non troppo lontano, sarai felice di raccogliere i frutti del tuo impegno!

[shareaholic app=”share_buttons” id=”23131444″]



box_scrittore

CONTATTACI e studieremo insieme la migliore strategia di Marketing per le tue esigenze, indirizzandoti e guidandoti in un percorso che ti renderà fiero del tuo Business.
LA PRIMA CONSULENZA E’ GRATUITA!
Conosciamoci.. non ti costa nulla :)

2 Comments Marketing Editoriale: Come pubblicizzare il tuo libro

  • ABC del Personal Branding - webnauta

    marzo 1, 2017

    […] ho scritto sul mio Blog un contributo ben strutturato riguardo il Marketing Editoriale (..lo trovi QUI se ti va di dedicarci qualche minuto!) ma lavorando a stretto contatto con diversi scrittori più o […]

    Rispondi
  • ABC del Personal Branding – webnauta

    marzo 27, 2018

    […] ho scritto sul mio Blog un contributo ben strutturato riguardo il Marketing Editoriale (..lo trovi QUI se ti va di dedicarci qualche minuto!) ma lavorando a stretto contatto con diversi scrittori più o […]

    Rispondi

Rispondi